Tempo di lettura 3 minuti

La erre alla francese può essere risolta con pochi esercizi in poche sedute

Questo titolo può sembrare impossibile per alcuni, ma credimi, la erre moscia, quel suono distorto del fonema “r”, che per alcuni personaggi come Maria De Filippi, Renzo Arbore e Gad Lerner, Fausto Bertinotti, Gianni Agnelli, Giulio Tremonti è diventato un elemento di distinzione, può essere risolta. Che cos’è la erre moscia? Consiste nella pronuncia non corretta della consonante “r” e può avere due origini:

  • inflessione regionale, dove in diverse zone il fonema “r” subisce di influenze dialettali e viene insegnato e appreso in modo scorretto.
  • alterazione del punto o del modo articolatorio, per maggiori informazioni leggere il box sottostante

da Principi di Fonologia di Marco Svolacchia

La teoria articolatoria consiste essenzialmente nella determinazione delle modifiche della corrente d’aria che passa attraverso il nostro apparato fonatorio. Ad un certo livello di astrazione, la fonazione consiste delle modifiche apportate da tutta una serie di filtri (ovvero ‘barriere’) al flusso d’aria (normalmente, come si è visto, in uscita).

Questi filtri sono costituiti dagli articolatori, detti anche “articolatori attivi”, che effettuano una modificazione dell’aria di un certo tipo, ovvero di un certo grado, detto tradizionalmente modo di articolazione, in un certo punto, detto tradizionalmente luogo (o punto) di articolazione (da qualcuno anche “articolatore passivo”). Quindi, in parole povere, in base a come metto la lingua o i denti, o le labbra produco suoni differenti. Semplice a dirsi, no?

Per molti il rotacismo (Dal Dizionario on line Treccani) o erre moscia può essere motivo di forte disagio e quindi può bloccare la persona adulta o bambina nella sua libera espressione. Alcuni studi affermano che il rotacismo non è genetico, altri invece sottolineano che la diffusione regionale possa identificare un problema genetico di origine geografica. Ad ogni modo seguendo alcuni buoni esercizi e facendo tanta pratica il problema può essere risolto con facilità.

Di seguito indicherò alcuni esercizi che possono aiutare a risolvere il problema, suggerisco comunque di rivolgerti a degli esperti del settore come per esempio logopedisti o dei bravi insegnanti di dizione e fonetica, che possano identificare l’origine del tuo difetto di pronuncia e aiutarti a porvi rimedio. L’esperto potrà dirti per esempio se il tuo è un problema di rotacismo posteriore (quando la vibrazione avviene alla base della lingua invece che nella punta) oppure laterale (quando la lingua si sposta di lato). Nella mia esperienza questo problema è facilmente risolvibile ed è argomento di studio nel corso di Dizione e fonetica che tengo da settembre a giugno di ogni anno.

E ora, gambe in spalla e prova questi semplici esercizi:

TLA  pronuncia in maniera prima lenta e mano a mano sempre più veloce la sequenza di fonemi TLA, noterai a un certo punto che produrrai un suono simile alla erre corretta. Osserva il movimento della tua lingua, perché è quello corretto

PERNACCHIA fare la pernacchia con la lingua fra le labbra

Senti e verifica se la vibrazione si sente nel mento. Ricordati che la erre moscia può essere risolta e diventare vibrante e chiara come dovrebbe essere, basta solo un pò di pazienza ed un piccolo aiuto. Abbi fiducia, ascoltati e vedrai che otterrai tutto quello vuoi veramente.

Noi di Corsi Bologna siamo specializzati nella fonetica articolatoria e abbiamo avuto molti clienti che soffrivano di rotacismo. Possiamo affermare che tutti hanno risolto questo problema, molti anche solo online.

PROVA ANCHE TU    

SEGUICI SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE

Le Pillole di Dizione e fonetica | Corsi Bologna

Guarda i nostri video e leggi i nostri articoli Articoli e consigli per riuscire a parlare meglio

Orrore, orrore! Un ramarro verde su un muro marrone.
Una rana nera e rara sulla rena errò una sera.
Treno troppo stretto e troppo stracco stracca troppi storpi e stroppia troppo.
Tigre contro tigre

CHIEDI CONFERMA ORA AD UN NOSTRO INSEGNANTE